Cassa di assistenza sanitaria integrativa per i lavoratori degli studi professionali
Contatti Richiedi Prestazione

ALLEGATO B IL PACCHETTO FAMIGLIA

Art. 1 – Oggetto

Il presente allegato, in vigore dal 1° marzo 2011, disciplina l’insieme delle prestazioni socio-assistenziali definito “Pacchetto Famiglia” erogate in forma diretta dalla CADIPROF Cassa di Assistenza Sanitaria Integrativa per i Lavoratori degli Studi Professionali, che si compone di:

a) Spese pediatriche – Rimborso spese per figli nel primo anno di età;
b) Asilo Nido – Contributo alle spese sostenute per la frequenza dei figli ad asili nido;
c) Non Autosufficienza – Rimborso spese sanitarie e di assistenza sostenute per familiari in condizione di non autosufficienza;
d) Gravi Eventi – Rimborso spese sanitarie del dipendente e del figlio fino al 12° anno di età nel caso di Gravi Eventi non coperti dal Piano Sanitario;
e) Procreazione Medicalmente Assistita (PMA) – Rimborso delle spese sostenute in caso di ricorso alla PMA;
f) Paternità – Rimborso delle spese sostenute per la gravidanza della coniuge o convivente non iscritta;
g)  Spese mediche pediatriche aggiuntive – Rimborso spese mediche e farmaceutiche per figli nel secondo e terzo anno di età;

Si specifica che per le modalità di erogazione e la documentazione necessaria ai fini dei rimborsi delle singole garanzie, è necessario fare riferimento alla Guida alle prestazioni nella sezione del sito Cadiprof LE PRESTAZIONI – PACCHETTO FAMIGLIA.

Art. 2 – Beneficiari

Sono beneficiari delle erogazioni previste nel Pacchetto Famiglia esclusivamente i dipendenti assunti con il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro degli Studi Professionali (più avanti per brevità “CCNL”), regolarmente iscritti alla Cassa e i cui datori di lavoro siano in regola con il versamento dei contributi previsti dall’art. 19 del CCNL citato, salvo ulteriori previsioni relative alle specifiche garanzie.

Art. 3 – Requisiti

Al fine dell’ottenimento delle prestazioni previste al successivo art. 4, sono necessari i seguenti requisiti:

a) Spese pediatriche:
La prestazione può essere richiesta dal dipendente in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF, genitore/genitrice di bambino di età non superiore ad un anno per le spese mediche e di assistenza e cura sostenute.

b) Asilo Nido:
La prestazione può essere richiesta dal dipendente in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF, genitore/genitrice di bambino che frequenti un asilo nido.

c) Non Autosufficienza:
La prestazione può essere richiesta dal dipendente, in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF da almeno 6 mesi alla data della richiesta, familiare in linea retta o collaterale di 1° grado (figlio/a, marito/moglie, genitore/genitrice, fratello/sorella) risultante da stato di famiglia, di persona che necessita di assistenza continua non essendo in grado di compiere gli atti quotidiani della vita ai sensi della Legge n. 104/92 art. 3 comma 3.

d) Gravi Eventi:
La prestazione può essere richiesta dal dipendente in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF, per se stesso e per i propri figli di età inferiore al 12° anno al verificarsi dell’evento per cui si chiede la prestazione.

e) Procreazione Medicalmente Assistita (PMA):
La prestazione può essere richiesta dalla coppia in cui almeno uno dei due componenti risulti regolarmente in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF. Possono accedere alla garanzia coppie composte da soggetti maggiorenni di sesso diverso, coniugati o conviventi, in età potenzialmente fertile, entrambi viventi.

f) Paternità:
La prestazione può essere richiesta dagli iscritti in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento della CADIPROF per le prestazioni mediche, eseguite durante il periodo di gravidanza dalla coniuge o convivente non iscritta.

g) Spese mediche pediatriche aggiuntive:
La prestazione può essere richiesta dal dipendente in copertura con il Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF, genitore/genitrice di bambino di età superiore ad un anno ed inferiore a tre per le spese mediche/farmaceutiche sostenute.

Art. 4 – Prestazioni

Il Pacchetto Famiglia garantisce le seguenti prestazioni:

a) Spese pediatriche:
Rimborso, nell’ammontare massimo di euro 250,00, delle spese sostenute dal dipendente per il proprio figlio/a nel primo anno di vita, per l’acquisto di:
i) Farmaci prescritti dal medico.
ii) Prodotti per l’infanzia e presidi sanitari (omogeneizzati, pannolini, latte artificiale, ecc.)
iii) Prestazioni mediche, diagnostiche, terapeutiche (ivi compresi i ticket), prescritte dal medico.

b) Asilo Nido:
Rimborso del 20% della spesa sostenuta dal dipendente iscritto per la frequenza ad asili nido del proprio figlio/a entro i tre anni di età, per massimo due annualità scolastiche, nel limite massimo di euro 600,00 per annualità, elevati ad euro 800,00 nel caso di figli portatori di handicap.

c) Non Autosufficienza:
Rimborso delle spese sostenute per l’assistenza e la cura del familiare in condizione di non autosufficienza nell’ammontare massimo di euro 1.200,00. La prima erogazione viene effettuata all’atto della richiesta, le successive avvengono trascorso almeno un anno dalla data della precedente richiesta per le spese sostenute nel periodo intercorso.
Rientrano in copertura le seguenti prestazioni:
i)    Strumenti e/o prestazioni di assistenza specifica alla persona (carrozzina, badante, infermiera, rette di Istituti di accoglienza o similari)
ii)   Prestazioni mediche e/o presidi acquistati su prescrizione del medico curante (visite, analisi, farmaci, pannoloni, creme da decubito, presidi sanitari di supporto o similari).

Non sono rimborsabili le prestazioni di assistenza specifica svolte da familiari del dipendente o del non autosufficiente.

d) Gravi Eventi:
Rimborso del 100% delle spese sanitarie (con esclusione di quelle voluttuarie) sostenute nel caso di Gravi Eventi Sanitari, non coperti dal Piano Sanitario di cui all’art. 10 del Regolamento CADIPROF, se superiori ad euro 5.000,00 e nel limite massimo di euro 30.000,00.

Si intende per Grave Evento Sanitario del dipendente iscritto una patologia in forma estrema e/o un grande intervento chirurgico riferibile a titolo esemplificativo a:
i) rare forme neoplastiche
ii) gravi cerebrovasculopatie invalidanti
iii) patologie neurologiche degenerative
iv)    gravi patologie cardiorespiratorie con elevata insufficienza funzionale

Si intende per Grave Evento del figlio/a del lavoratore iscritto una patologia in forma estrema e/o un grande intervento chirurgico riferibili a titolo esemplificativo a:
i) neoplasie
ii) sindromi dismorfiche
iii) cardiopatie congenite
iv) gravi traumatismi
v) malformazioni congenite o acquisite

La valutazione circa l’ammissibilità della richiesta è demandata all’insindacabile giudizio del Comitato Esecutivo su parere del Comitato Scientifico.

e) Procreazione Medicalmente Assistita (PMA):
L’ammontare massimo del contributo erogabile è di euro 1.200,00 per ciascun ricorso al trattamento e per un massimo di tre volte nel corso dell’intero ciclo di vita fertile della donna a rimborso delle spese sostenute in caso di fecondazione assistita.
Rientrano in copertura le seguenti prestazioni:

i)    Prestazioni medico – chirurgiche riferite alla tecnica della PMA (prelievo degli ovociti e transfer degli embrioni).
ii)    Trattamenti farmacologici praticati per l’induzione della crescita follicolare multipla e i relativi monitoraggi ecografici.

f) Paternità:
Rimborso agli iscritti delle spese sostenute per la gravidanza della coniuge o della convivente non iscritta nell’ammontare massimo di euro 1.000,00 per anno e per evento a copertura delle seguenti prestazioni mediche:

i)    visite specialistiche, ecografie, analisi clinico – chimiche, indagini genetiche (amniocentesi, villocentesi, esami prenatali sul DNA fetale).

g) Spese Mediche Pediatriche aggiuntive:

Rimborso, nell’ammontare massimo di euro 250,00, delle spese sostenute dal dipendente per il proprio figlio/a di età superiore ad un anno ed inferiore a tre, per l’acquisto di:
i)    Farmaci prescritti dal medico curante.
ii)    Prestazioni mediche, diagnostiche, terapeutiche (ivi compresi i ticket) prescritte dal medico curante.

Art. 5 – Documentazione richiesta

Si ricorda che per le modalità di erogazione e la documentazione richiesta per ogni singola garanzia è necessario fare riferimento alla Guida alle prestazioni nella sezione del sito Cadiprof LE PRESTAZIONI – PACCHETTO FAMIGLIA.

Ai fini del riconoscimento delle prestazioni di cui al precedente art. 4, è necessario che il dipendente produca la copia della sua ultima busta paga e l’autocertificazione dello stato di famiglia oltre alla documentazione di seguito evidenziata, che si riporta a titolo riepilogativo:

a) Spese pediatriche:
i) Prescrizione medica in caso di richiesta rimborso spese per farmaci o prestazioni mediche di cui ai punti 4.a).i e 4.a).iii del precedente art. 4.
ii) Scontrini fiscali parlanti e/o ricevute e/o fatture intestate al dipendente titolare della spesa e/o al figlio beneficiario e l’oggetto acquistato. Per le spese di cui al punto 4.a.ii) – prodotti e presidi -, scontrini e/o ricevute contenenti solo i prodotti rimborsabili.

b) Asilo Nido:
i) Quietanze, fatture e/o ricevute fiscalmente valide  rilasciate da asili nido pubblici o privati che evidenzino l’annualità scolastica, l’ ammontare della retta annuale o mensile pagata e il bambino frequentante, intestate al dipendente titolare della spesa e/o al figlio beneficiario.
ii) Verbale rilasciato dalla ASL di appartenenza ai sensi della Legge 104/1992 nel caso di richiesta del contributo maggiorato.

c) Non Autosufficienza:
i) Verbale rilasciato dalla ASL di appartenenza ai sensi della Legge 104/1992 art. 3 comma 3 (“grave condizione di non autosufficienza”).
ii) Prescrizioni del medico curante per le prestazioni mediche, i farmaci, i presidi sanitari.
iii) Documentazione, fiscalmente valida, delle spese di assistenza specifica o medico – sanitaria  sostenute per il soggetto non autosufficiente fino a concorrenza della somma erogabile nel periodo considerato, intestata al familiare non autosufficiente al dipendente iscritto.

d) Gravi Eventi:
i) Documentazione clinica e sanitaria attinente l’evento per cui si chiede il riconoscimento.
ii) Fatture e/o ricevute di spese sanitarie sostenute e non già in copertura del Piano Sanitario o da altri Enti di assistenza (SSN, Assicurazioni, Mutue).
iii) Ulteriore documentazione che verrà di volta in volta eventualmente richiesta.

e) Procreazione Medicalmente Assistita (PMA):
i) Piano terapeutico relativo al trattamento.
ii) Prescrizioni per i trattamenti farmacologici finalizzati all’induzione della crescita follicolare multipla.
iii) Copia degli scontrini fiscali parlanti, ticket e/o fatture che evidenzino il farmaco acquistato e/o la prestazione medico – chirurgica ricevuta, intestati all’iscritto titolare della garanzia o al coniuge/convivente beneficiario.

f) Paternità:
i) Certificazione medica dello stato di gravidanza della coniuge/convivente dalla quale evincere la durata presunta della gravidanza.
ii) Copia delle fatture/ricevute e/o ticket fiscalmente valide che evidenzino la prestazione ricevuta, intestati all’iscritto titolare della garanzia o al coniuge/convivente beneficiario.

g) Spese Mediche Pediatriche aggiuntive:
i) Prescrizione medica per farmaci o prestazioni mediche rilasciata a nome del figlio beneficiario.
ii) Scontrini fiscali parlanti e/o ricevute e/o fatture intestate al figlio beneficiario e/o al dipendente iscritto.

Si ricorda che alla documentazione indicata per ciascuna garanzia, vanno sempre abbinate l’autocertificazione dello stato di famiglia (o certificazione anagrafica di famiglia dell’iscritto dalla quale risulti la composizione del nucleo familiare ed i rapporti di parentela) e copia fotostatica dell’ultima busta paga.

Art. 6 – Disposizioni generali

La richiesta delle prestazioni previste va effettuata tassativamente mediante la compilazione ed invio, secondo le procedure in esso indicate, dell’apposito modulo (in formato elettronico o in formato cartaceo), riportato nella specifica area del sito internet www.cadiprof.it.
La Cassa provvederà all’erogazione delle prestazioni entro tre mesi dalla data della richiesta applicando le seguenti regole generali:

Sono beneficiari delle erogazioni previste nel Pacchetto Famiglia esclusivamente i dipendenti assunti con il Contratto Collettivo Nazionale di Lavoro per i Dipendenti degli Studi Professionali regolarmente iscritti alla Cassa e i cui datori di lavoro siano in regola con il versamento dei contributi previsti dall’art. 19 del CCNL citato. In caso di irregolarità contributive e/o amministrative le erogazioni potrebbero essere sospese in attesa di sistemazione.

Le garanzie si intendono erogabili anche nel caso di figli adottivi e/o bambini in affidamento, come disciplinato dal C.C.- diritto di famiglia.

Come previsto per il Piano Sanitario, anche il diritto a tali prestazioni decorre dal 1° giorno del 4° mese successivo a quello in cui avviene l’iscrizione, fatto salvo quanto specificato per la garanzia “Assistenza a familiare non autosufficiente”.

Il termine di prescrizione per la richiesta di rimborso è di due anni. Tale termine decorre dalla data del verificarsi dell’evento e/o della relativa spesa o dalla fine del periodo che determina il diritto alla prestazione.

La somma massima a disposizione per garanzia si intende erogabile per familiare ed evento; nel caso di richiesta da parte di più dipendenti iscritti aventi diritto, anche per il medesimo familiare, tale somma sarà riconosciuta solo fino alla concorrenza del massimale disponibile per l’evento.

Tutte le prestazioni vengono erogate esclusivamente mediante bonifico bancario su conto corrente bancario o postale intestato o cointestato al dipendente iscritto.

Le erogazioni sono assoggettate alla normativa fiscale vigente.

La documentazione di spesa da allegare alla richiesta di rimborso dovrà risultare fiscalmente valida e pertanto saranno rimborsabili:
1. fatture e/o ricevute di pagamento
2. scontrini fiscali
3. bollettini postali o MAV bancari
4. attestati di quietanza

La CADIPROF si riserva in qualsiasi momento di richiedere documentazione in originale e/o aggiuntiva e/o di verificare i dati o le dichiarazioni riportate nei documenti costituenti le pratiche.
In caso di discordanza, fatte salve ulteriori azioni legali, decade il diritto alle prestazioni e il beneficiario sarà tenuto alla restituzione delle eventuali somme indebitamente ricevute.

Di cosa hai bisogno?

Dal menu laterale puoi avere un rapido accesso alle aree della prestazione di tuo interesse!

UniSalute up
Se hai già fatto l’accesso al portale UniSalute (dall’area riservata), scarica UniSalute UP: un canale diretto per fruire dei servizi di prenotazione delle prestazioni e di rimborso online del Piano Sanitario.
Codice Fiscale 97326840580 / All Rights Reserved - Cadiprof® 2022
2